Portafoglio Invest

Gain: 

Portafoglio Pulse

Gain: 

REA Learn Copy

Gain: 

Aiuto:

Strumenti Rapidi

Forex Today: l’oro oltre i 2.300 dollari

Forex Today: l’oro oltre i 2.300 dollari

I metalli salgono fortemente fino a raggiungere nuovi massimi; Powell della Fed non ha sorprese; USD/JPY riprova il massimo di 34 anni a ¥ 152; Petrolio greggio e futures della benzina in rialzo; Occhi puntati sui futures del cacao dopo guadagni spettacolari; IPC svizzero Invariato.

➡️ Poche ore fa,  l’oro spot  ha nuovamente raggiunto un nuovo massimo storico sopra i 2.300 dollari. L’oro tende ad essere correlato positivamente con gli asset rischiosi, molti dei quali hanno registrato un rally verso nuovi massimi negli ultimi giorni. I trader di tendenza vorranno rimanere Long qui. Anche altri metalli preziosi hanno registrato guadagni, con  l’argento  in forte rialzo fino al nuovo massimo degli ultimi 2 anni. Anche alcuni metalli non preziosi come il rame stanno raggiungendo nuovi massimi a lungo termine.

➡️ Nel mercato Forex , l’indice del dollaro USA è stato mantenuto ad un livello di resistenza chiave all’inizio di questa settimana, ed è stato venduto da allora, suggerendo che il dollaro ha raggiunto il picco per il momento e dando una spinta tecnica a tutte le operazioni contro il dollaro, molte delle quali soprattutto per quanto riguarda le materie prime, possiamo osservare una buona performance. Potrebbe essere saggio operare contro il biglietto verde per il resto della settimana, a meno che non vengano rilasciati dati sorprendenti. Dall’apertura di Tokyo di oggi, la valuta principale più forte è stata il dollaro neozelandese, mentre la valuta principale più debole è stato il franco svizzero. Il franco svizzero è debole perché i dati svizzeri sull’IPC appena pubblicati oggi erano inaspettatamente bassi, senza alcun cambiamento su base mensile quando era previsto un aumento dello 0,3%.

➡️ In dichiarazioni pubbliche, il presidente della Fed statunitense Powell ha affermato che i politici aspetteranno segnali più chiari di riduzione dell’inflazione prima di tagliare i tassi di interesse , il che non è una novità e non sorprende nessuno.

➡️ Lo yen giapponese continua ad essere debole, mantenendo  la coppia valutaria USD/JPY  vicino al massimo record raggiunto di recente, appena sotto ¥ 152. I funzionari finanziari giapponesi probabilmente minacceranno un intervento se i 152¥ verranno nuovamente testati, ma sembra probabile che nel frattempo il prezzo non scenderà molto, offrendo ai trader potenziali opportunità di operare in tale intervallo. I trend trader saranno ancora interessati ad essere lunghi sul cambio USD/JPY e ad essere corti sullo yen giapponese in generale. Gli analisti ipotizzano che l’intervento della Banca del Giappone, se dovesse verificarsi, probabilmente farà scendere temporaneamente il prezzo a circa ¥ 147 / ¥ 147,50.

➡️ Il petrolio greggio  sembra rialzista , con il WTI e il Brent che ieri hanno raggiunto nuovi prezzi massimi di 5 mesi. I futures della benzina hanno raggiunto ieri un nuovo massimo di 18 mesi.

➡️ La materia prima minore  Cacao  continua ad apparire molto rialzista nel lungo termine, anche se l’ azione dei prezzi a breve termine suggerisce un ritracciamento ribassista più profondo. Il valore del superfood è quasi triplicato solo nell’ultimo anno, e molti analisti suggeriscono che le carenze dal lato dell’offerta sono almeno in parte responsabili dell’aumento vertiginoso. Ogni anno c’è sempre più richiesta di cacao poiché è ambito come ingrediente chiave per il cioccolato ma anche come superalimento a sé stante. I trader di trend saranno interessati al lato long, anche se con una volatilità così elevata e guadagni netti, potrebbe crollare in qualsiasi momento, quindi i trader di trend devono stare attenti a utilizzare uno stop loss disciplinato se vanno long. Oltre ai futures sul cacao, sono disponibili gli ETN sul cacao che potrebbero essere più adatti ai trader e agli investitori al dettaglio.

➡️ Le uscite di ieri di:

    • Le previsioni ADP sulle richieste di risarcimento del personale non agricolo si sono rivelate più forti del previsto, suggerendo un’economia statunitense più vivace .
    • Il PMI servizi ISM statunitense – è risultato più debole del previsto, suggerendo che il settore dei servizi statunitense sta affrontando un calo della domanda.

 

➡️ Oggi verranno pubblicati i dati sulle richieste di disoccupazione negli Stati Uniti.

 

Credit by DailyForex.com

Calcolatore Lotto Commerciale

Calcolatore Leva e Margine

Calcolatore Drawdown

Calcolatore Interesse Composto

Calcolatore Valore Pips in Euro

Calendario Economico